Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

OPERA D'ARTE PLURALE di Anna Borrattaz, Castellamonte 2015

OPERA D'ARTE PLURALE di Anna Borrattaz, Castellamonte 2015
Continuando la navigazione su questo sito accettate l'utilizzo dei COOKIES. Informazioni sui cookies consultando www.webedia.fr/cookies

OPERA D'ARTE PLURALE

creata dai visitatori della

54^Mostra della Ceramica di Castellamonte 2014

con lo scambio di aforismi del Pannello

La Terra che nutre”

pensando alla EXPO 2015

di Anna Borrattaz al “Martinetti” 2014

-Il pannello di Anna Borrattaz di cm.50x70 formato da numerose tavolette in ceramica-klinker degli anni '60, che l'artista ha riciclato e usato per scrivere aforismi di illustri Autori pensieri tratti da libri, detti popolari, ecc... con il tema “La terra che Nutre”

Era a disposizione del visitatore, che ha gradito, l'aforisma come ricordo della Mostra, e ha scambiato con un suo pensiero scritto o disegnato a matita su una tavoletta bianca a disposizione, che l'artista ha ripassata poi con una penna, con i colori ceramici e cotti in forno a 800°.

Hanno partecipato all'Opera circa 250 persone, molto motivate curiose e interessate a far conoscere il loro pensiero ( formando il pannello di 336 tavolette). Molti e teneri bimbi, anche con i loro disegni , hanno coinvolto genitori e parenti, e ricordato gli” Illustri Autori “studiati a Scuola.

Molti sono stati gli Artisti, i Poeti, gli Insegnanti che hanno scritto in Greco Antico, Latino. Turisti Arabi, Inglesi, Rumeni, Giapponesi, e hanno lasciato il loro segno, con i versi delle loro canzoni popolari

Soprattutto interessante per la presenza e la partecipazione di giovani desiderosi di dialogo e degli anziani che hanno ricordato e scritto pensieri e detti popolari

Alcune insegnanti hanno portato le tavolette a Scuola, coinvolgendo gli alunni a pensare, dialogare, scrivere e disegnare un tema caro a tutti.

Altre persone hanno chiesto di portare a casa le tavolette per discuterne e coinvolgere i famigliari, e poi riconsegnarle la settimana dopo.

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Su